News

Tutte le novità dal mondo dell’energia

Iscriviti alla newsletter o segui le nostre news per tenerti sempre aggiornato sui più recenti bandi nel settore energia, sulle novità normative e sugli interventi di efficientamento energetico che abbiamo realizzato.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ALI ENERGIA

Indietro

Weekly outlook Ali Energia – settimana 36


13-09-2022

Panoramica mercati

I mercati azionari di USA ed Europa hanno chiuso la scorsa settimana in positivo, mentre questa mattina l’Asia si sta muovendo nella stessa direzione. Proseguono le discussioni della scorsa settimana all’interno dell’UE su come risolvere, o comunque mitigare, la crisi energetica. Gli incontri di mercoledì e venerdì della scorsa settimana hanno portato a un’analisi continua in diversi settori e, come al solito, non è facile ottenere che la volontà di tutti i paesi si riduca a misure già pronte. Secondo la Presidenza dell’UE, Bruxelles deve ora lavorare ulteriormente su: come gestire i picchi di domanda; tassa sugli alti profitti per i produttori di energia (gas escluso); massimali di prezzo più ampi per il gas; e supporto di liquidità per le società energetiche.

Mercoledì di questa settimana, von der Leyen (Presidente della CE) terrà un discorso sulla situazione nell’Unione. Questa settimana ci sarà tanta attenzione all’inflazione, quando gli Stati Uniti (martedì), la Gran Bretagna (mercoledì) e la Svezia (mercoledì) riporteranno i loro dati di agosto. Il più importante per i mercati finanziari sono gli Stati Uniti dove, secondo le nostre previsioni, l’inflazione ha raggiunto il picco e il calo dei prezzi del petrolio fornisce supporto per ulteriori ribassi in futuro.

Per le statistiche europee sull’inflazione, il trend è opposto e continua a crescere trainato principalmente dall’energia.

Power

La settimana in delivery porterà ad un allargamento degli spread tra Estero e Italia, grazie al vento molto sopra media, in particolare in Germania che potrebbe comportare un settlement sulla domenica tedesca al di sotto dei 100 €/MWh. Le temperature a partire dalla prossima settimana scenderanno repentinamente in quasi tutta Europa. Il weekend di questa settimana sarà molto bearish. Sulla curva power grava l’incertezza sulle decisioni che verranno prese prossimamente da parte dell’Unione Europea per combattere la crisi energetica.
Sul tavolo della Commissione ci sono diversi punti: una tassazione degli extra profitti per gli impianti che producono energia elettrica a basso costo, il risparmio energetico, che è già stato introdotto su base volontaria lo scorso mese ma potrebbe diventare obbligatorio, il cap price relativamente al quale nel corso dell’ultimo incontro dei ministri dell’energia a livello europeo, lo scorso venerdì 9 settembre, non sono stati forniti dettagli.
Il CAL23 italiano scambia con sempre minor liquidità. Al momento il trend bullish delle ultime settimane ha subito una brusca frenata e in questa incertezza prevale una lateralità. Outlook: sideways

Gas

Entro domani la Commissione Europea dovrebbe delineare le nuove misure per fronteggiare la crisi energetica, lato gas sul tavolo anche la nodosa questione del price cap e il supporto alla liquidità per le compagnie energetiche (sottoforma di linee di credito e garanzie). Nel frattempo, in Olanda, è partita la prima unità di FSRU (Floating Storage and Regasification Units) per aumentare la capacità di rigassificazione olandese (tanti i progetti in ultimazione a livello europeo entro la fine del Q4).
La campagna d’iniezione ha raggiunto livelli soddisfacenti in quasi tutti i paesi europei e il mercato a pronti comincia a risentire della debolezza della domanda per effetto delle minori capacità a disposizione degli stoccatori. A partire dal weekend la domanda nel centro-nord Europa torna però ad esser sollecitata termicamente da un primo freddo che in concomitanza di alcune manutenzioni programmate sulla produzione norvegese potrebbe riportare sostegno ai prezzi.
Questa mattina il mese di ottobre TTF scambia a 183,00 €/MWh (PSV-TTF ottobre -0,10 €/MWh) mentre il Win22 TTF a 189,00 €/MWh (PSV-TTF Win22 +0,25 €/MWh). Outlook sideways

Oil

I prezzi del petrolio sono in crescita a causa dei colloqui sul nucleare iraniano che sembrano incontrare degli ostacoli e dell’embargo sui rifornimenti di petrolio russo. Sabato Francia, Gran Bretagna e Germania hanno detto di nutrire “seri dubbi” sulle intenzioni dell’Iran di rilanciare l’accordo sul nucleare, uno scenario che potrebbe tenere il petrolio iraniano fuori dal mercato, mantenendo l’offerta globale sotto pressione.

Negli Stati Uniti, le scorte di petrolio di emergenza sono scese di 8,4 milioni di barili a 434,1 milioni di barili nella settimana terminata il 9 settembre, il livello più basso dall’ottobre 1984, secondo i dati diffusi lunedì dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti (DOE). I prezzi globali del petrolio potrebbero rimbalzare verso la fine dell’anno, poiché si prevede che l’offerta si contrarrà ulteriormente quando il 5 dicembre entrerà in vigore l’embargo dell’Unione Europea sul petrolio russo. Stamattina il Brent è scambiato a 93,7 $ al barile. Outlook: Bullish

EUA

Il prezzo del contratto EUA-DIC 22 ha chiuso a 72,04 €7ton nella giornata di ieri in forte salita rispetto al close di venerdì 66,19 €/ton. Gli eventi politici saranno un importante fattore trainante dei prezzi, incentrati tutti sulla proposta legislativa di intervento sul mercato dell’energia che sarà presentato il 13 settembre e sul discorso il 14 settembre dalla presidente della Commissione Ursula von der Leyen.

Questa settimana si svolgeranno cinque aste, per un totale di 12,5 Mt sul mercato. Questa sarà la prima settimana di aste a grandezza naturale dopo la pausa estiva e l’aumento dell’offerta d’asta eserciterebbe una certa pressione al ribasso sui prezzi dell’EUA. Resta anche da vedere con quanta facilità queste vendite di EUA possano essere assorbite dal mercato quando un numero crescente di industriali sta chiudendo la produzione a causa dei costi energetici alle stelle.

Il prezzo dell’EUA potrebbe subire ulteriori pressioni al ribasso con i discorsi sull’intervento ETS e le vendite di MSR che deprimono l’interesse degli investitori finanziari. I dati di Commitment of Traders di mercoledì scorso hanno mostrato un ulteriore calo delle posizioni EUA dei fondi di investimento, riducendo le posizioni lunghe nette a 13,3 Mt il 2 settembre. Questo è più che dimezzato dal livello di 29,5 Mt del 26 agosto. Outlook: Sideways


Weekly outlook Ali Energia – settimana 38


27-09-2022

Gas: Continua la debolezza del mercato a pronti, su una domanda scarica per la produzione di energia elettrica da gas (per via dei forti contributi delle rinnovabili questa settimana) e per la capacità d’iniezione negli stoccaggi sempre più saturi (raggiunti livelli del 90% di riempimento in quasi tutti i paesi).

Leggi di più

Aggiornamenti normativi in materia di credito d’imposta sull’acquisto di energia elettrica e gas naturale


27-09-2022

I crediti d’imposta per la spesa di energia elettrica e gas naturale relativi al Q3 2022 e ai mesi di ottobre e novembre 2022 sono utilizzabili in compensazione entro la data del 31 marzo 2023.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 37


20-09-2022

Temperature e vento sotto media caratterizzano questa settimana in quasi tutta Europa.

Il CAL23 tedesco trada lateralemente da inizio settembre, salvo alcune giornate più volatili.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 36


13-09-2022
Il CAL23 italiano scambia con sempre minor liquidità. Al momento il trend bullish delle ultime settimane ha subito una brusca frenata e in questa incertezza prevale una lateralità. Outlook: sideways
Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 35


06-09-2022
Le temperature restano sopra media sia per questa settimana che per la prossima per la maggior parte dei paesi europei
Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 31


02-08-2022

Il cal tedesco ha superato oggi la soglia dei 400 €/MWh, probabilmente anche chiusure forzate di posizioni e scarsa liquidità per stagionalità non contribuiscono ad una discesa del prezzo.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 30


26-07-2022

Le precipitazioni in arrivo di questa settimana allevieranno leggermente il periodo di siccità. Non potranno però risollevare il livello di produzione sul mese di delivery.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – Settimana 29


19-07-2022

Ieri, con una lettera ai suoi acquirenti, Gazprom metteva in guardia sull’applicazione della clausola legale di forza maggiore relativamente agli imprevisti sulle forniture dell’ultimo mese.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – Settimana 28


12-07-2022
Il prezzo del Brent oggi scambia a 105,75$/b in leggero calo rispetto ai prezzi di ieri 107$/b. i prezzi del petrolio sono scesi a causa della nuova ondata di COVID-19 in Cina, il più grande importatore mondiale di greggio, e i timori di un rallentamento economico globale stanno pesando sulle prospettive della domanda di carburante.
Leggi di più