News

Tutte le novità dal mondo dell’energia

Iscriviti alla newsletter o segui le nostre news per tenerti sempre aggiornato sui più recenti bandi nel settore energia, sulle novità normative e sugli interventi di efficientamento energetico che abbiamo realizzato.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ALI ENERGIA

Indietro

Weekly outlook Ali Energia – settimana 40


11-10-2022

Panoramica mercati

I mercati azionari statunitensi hanno aperto al rialzo ma hanno chiuso la giornata di ieri con nuovi ribassi dello 0,75% per l’S&P500 e dell’1% per il Nasdaq, ai minimi da due anni, dopo i ribassi tra i titoli in particolare del settore dei semiconduttori. I futures del mercato azionario indicano oggi il rischio di un ulteriore calo.
Jamie Dimon, CEO di JP Morgan, ha fatto notizia con l’avvertimento che gli Stati Uniti probabilmente si dirigeranno verso una recessione entro 6-9 mesi e che ciò potrebbe portare a ulteriori cali del mercato azionario del 20% e “panico” nel mercato del credito.
Diverse banche statunitensi riferiranno i loro risultati a breve e quello di JP Morgan venerdì. I mercati obbligazionari statunitensi erano chiusi lunedì, oggi i rendimenti sono in forte aumento nei primi scambi asiatici e il rendimento a 10 anni è tornato al livello del 4%, mentre il rendimento a 30 anni era ai livelli più alti dal 2013. Le preoccupazioni del mercato sono ulteriormente rafforzate dal fatto che una nuova ondata di Covid sembra prendere forma in Cina e l’indice manifatturiero Caixin è sceso sotto 50.
Infine, dopo l’effetto positivo dell’annuncio del governo britannico di abbandonare la tassa del 45% sui redditi alti, i dubbi riaffiorano: la sterlina si indebolisce nuovamente (il cambio GBP/USD tornerà a testare 1,10), i tassi salgono e la Banca  d’Inghilterra annuncia nuove misure per garantire una sufficiente liquidità sul mercato.
L’esplosione del fine settimana che ha parzialmente distrutto il ponte di Kerch tra la terraferma russa e la Crimea è una grave perdita di prestigio per Putin. La Russia ha risposto intensificando i bombardamenti su obiettivi civili, incluso Zaporizhzhia. Intanto il presidente americano Joe Biden ha indicato la minaccia nucleare russa come la più grave dai tempi della crisi di Cuba.

Oil

Il Brent stamattina sta tradando a 96 $/b. I prezzi del greggio sono in stallo dopo una settimana di forti rialzi dovuti alla decisione dell’OPEC+ di tagliare drasticamente le proprie quote di produzione.

Il rafforzamento del dollaro USA e il ritorno dei timori di inasprimento monetario dopo il rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti e le dichiarazioni da falco dei membri della Fed stanno riportando in primo piano il timore di un forte rallentamento della domanda, mentre la riunione dell’OPEC+ aveva rimesso le prospettive di restrizioni all’offerta in primo piano. Inoltre, in Cina sembra che l’epidemia di Covid stia ripartendo.
Infine, i mercati sono alquanto dubbiosi sulla volontà di alcuni paesi di rispettare le nuove quote (Iraq in particolare). Il prezzo del diesel rimane molto alto, con uno spread sul greggio Brent che è tornato ai massimi di giugno in Europa, vicino a $50/b. Continua lo sciopero delle raffinerie in Francia, nonostante le proposte di trattativa salariale delle maggiori compagnie petrolifere. Secondo quanto riferito, la produzione della raffineria è in calo di circa il 60%.
Outlook: sideways

Gas

Le previsioni meteo continuano a ritardare l’inizio della stagione dei riscaldamenti, con forti aspettative ribassiste sul mercato a pronti per il resto di ottobre ma anche per il mese di novembre. Capacità d’iniezione sempre più limitate con gli stoccaggi pieni e offerta di GNL e gas norvegese alta, continuano a nutrire il sentimento bearish. Nel frattempo, la Commissione Europea lavora sulla formulazione di un price cap dinamico per quanto riguarda il prezzo del gas all’ingrosso che comprenda un paniere di indici legati anche alle altre commodities. I problemi di Gazprom per il trasporto attraverso l’Austria sembrano esser stati risolti, con l’Italia che vede riprendere le forniture di gas russo. Questa mattina il mese di novembre TTF scambia a 154,00 €/MWh (PSV-TTF novembre -17,00 €/MWh) mentre il Q123 TTF a 174,00 €/MWh (PSV-TTF Q123 -5,50 €/MWh).

Outlook: bearish

EUA

Il prezzo del contratto EUA-DIC 22 ha chiuso a 66,96 €/ton nella giornata di ieri in discesa di due Euro rispetto al close di venerdi 68,66 €/ton. Gli operatori di mercato continuano a seguire la discussione in corso alla commissione Europea sull’aumento dei finanziamenti REPowerEU tramite la vendita di quote. Questa settimana i volumi dell’asta EUA saranno superiori di 3,1 Mt rispetto al volume della settimana precedente a causa dell’asta bisettimanale polacca di mercoledì. Ciò porterà sul mercato un totale di 12,5 Mt di EUA. I dati di Commitment of Traders di mercoledì scorso mostrano una piccola riduzione delle posizioni corte nette dei fondi di investimento poiché le loro posizioni lunghe sono aumentate di 2,8 Mt, mentre le posizioni corte sono rimaste invariate. Le loro posizioni corte nette sono diminuite di 1,2
Mt il 30 settembre. Si tratta ancora di un cambiamento significativo rispetto alle posizioni lunghe nette continue detenute dai finanziari nel corso di quest’anno.

Outlook: sideawys

Power


Il meteo bearish in previsione per le prossime due settimane di ottobre non dà spunti di rialzo ulteriori ai prezzi dell’energia. Lo slancio ribassista derivante dal caldo intenso viene bilanciato in parte dalla carenza di rinnovabili, idro ed eolico in particolare. Il clean spark spread al netto dei costi variabili di trasporto sui primi undici giorni di ottobre, viaggia leggermente negativo a -1,80 €/MWh circa. La Commissione Europea si riunisce oggi e domani a Praga per un meeting informale tra i Ministri dell’Energia dei Paesi membri. L’agenda per oggi prevede solo un programma informale, mentre nella giornata di domani gli argomenti sul tavolo saranno l’idrogeno, le misure di politica energetica per il prossimo inverno ed una possibile revisione del mercato elettrico. La curva power prosegue il suo iter laterale. Al momento sia il cal tedesco che quello italiano tengono come solido supporto la media mobile semplice a 100 periodi, supporto che qualora venisse rotto potrebbe portare ad un’accelerazione al ribasso del trend di questi prodotti.

Outlook: sideways

Weekly outlook Ali Energia – settimana 04 2023


31-01-2023

Deciso abbassamento delle temperature sulla prossima settimana. L’ultimo run a 45 giorni ci mostra una prima settimana di febbraio con temperature che potrebbero andare molto al di sotto della media stagionale.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 03 2023


24-01-2023

Gli spread Germania-Italia sulla curva si stanno allargando rispetto all’inizio dell’anno, e anche lo spread sul cal 2024 torna positivo, rispetto alla partenza a quasi -30 €/MWh di inizio 2023

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 02 2023


17-01-2023

Temperature sotto media stagionale per questa settimana portano il carico a salire repentinamente. Outlook: sideways-bearish

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 01 2023


10-01-2023

Inizio di anno molto tranquillo per i prezzi spot power un po’ovunque e, in particolare, in Francia e Germania.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 47


13-12-2022

Si avvicina il traguardo per il mercato azionario 2022.

Dicembre normalmente è un mese positivo per i mercati azionari statunitensi.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 46


06-12-2022

I dati Commitment of Traders di mercoledì scorso hanno mostrato che la settimana terminata il 25 novembre ha visto un aumento di 4,6 milioni di tonnellate su base settimanale delle posizioni lunghe nette dei fondi di investimento.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 45


22-11-2022

Power: questa settimana vede un abbassamento repentino delle temperature andando a sostenere i prezzi sui primi giorni di dicembre.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 44


15-11-2022

Il brent stamattina viene scambiato intorno ai 92 $/b. I prezzi del petrolio durante la settimana scorsa hanno inizialmente beneficiato del generale movimento al rialzo degli asset rischiosi dopo la pubblicazione dei dati sull’inflazione negli Stati Uniti giovedì che ha portato a una revisione al ribasso delle aspettative di inasprimento monetario della Fed.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 43


08-11-2022

Dopo un riavvicinamento verso la media stagionale delle temperature, lo scorso weekend, il meteo torna ad essere decisamente mild per le prossime settimane.

Leggi di più