News

Tutte le novità dal mondo dell’energia

Iscriviti alla newsletter o segui le nostre news per tenerti sempre aggiornato sui più recenti bandi nel settore energia, sulle novità normative e sugli interventi di efficientamento energetico che abbiamo realizzato.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ALI ENERGIA

Indietro

Weekly outlook Ali Energia – settimana 48


05-12-2023

Panoramica mercati

I guadagni sui mercati azionari statunitensi hanno preso una pausa dopo cinque settimane consecutive di rialzo dei prezzi azionari e i titoli tecnologici di alto valore hanno guidato il calo, con flessioni di circa il 3% per le società di semiconduttori Nvidia e Intel e di circa 1,5-2% per Alphabet e Meta. Nel complesso, l’indice Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, è sceso dello 0,8%, mentre l’S&P 500 è scivolato dello 0,5%. Tuttavia, l’indice delle small cap è andato controcorrente. In precedenza i mercati azionari europei avevano chiuso leggermente in ribasso (Stoxx 600 -0,1%). Il sentiment debole è persistito in Asia (Cina -0,7%, Hong Kong -1,6%, Giappone -1,1%). I futures del mercato azionario puntano al ribasso sia negli Stati Uniti che in Europa. L’inversione delle opinioni sulla Fed, dove il mercato ha iniziato a scontare un’elevata probabilità di un taglio dei tassi già a marzo del prossimo anno, è stato di recente un potente motore della propensione al rischio.

Oil

I prezzi del petrolio sono rimasti poco variati martedì in un contesto di incertezza sui tagli volontari alla produzione da parte dell’OPEC+, di continue tensioni in Medio Oriente e di dati economici deboli provenienti dagli Stati Uniti. Stamattina il Brent scambia a 78,1 /b. I commenti del ministro dell’Energia dell’Arabia Saudita secondo cui i tagli alla produzione dell’OPEC+ potrebbero continuare oltre il primo trimestre del 2024, se necessario, hanno dato un certo sostegno al mercato. I prezzi del petrolio erano diminuiti nella sessione di negoziazione precedente poiché i trader dubitavano che i tagli all’offerta da parte dell’OPEC+ avrebbero avuto un impatto significativo e poiché un dollaro USA più forte ha pesato sui prezzi delle materie prime in generale. L’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e i suoi alleati tra cui la Russia, noti insieme come OPEC+, giovedì hanno concordato tagli volontari alla produzione per un totale di circa 2,2 milioni di barili al giorno (bpd) per il primo trimestre del 2024. Almeno 1,3 milioni di barili al giorno di questi tagli, tuttavia, rappresentavano un’estensione dei limiti volontari già adottati da Arabia Saudita e Russia.
Outlook: sideways

Gas

Dalle temperature decisamente più coerenti per la stagione della scorsa settimana si tornerà a partire dall’11 di dicembre a temperature sopra la media, confermando i run subseasonal della scorsa settimana. Per il resto delle rinnovabili dovremmo avere sulle prossime giornate una situazione in media o leggermente al di sopra. La produzione Norvegese si mantiene su livelli alti fatta eccezione per una riduzione sull’impianto di lavorazione Kollsnes partita questa mattina. I flussi nordafricani da Mazara continuano a ruotare intorno a al livello della capacità prenotata a fine novembre. Gli stoccaggi continuano ad erogare per questo periodo anche se il livello di giacenza resta ancora elevato per la stagione. La curva gas si indebolisce pertanto considerando il livello degli stoccaggi e la debolezza dello spot determinata da un meteo che lascia pochi spunti bullish. Questa mattina il mese di gennaio TTF scambia a 39,7 €/MWh (PSV-TTF -1€/MWh) mentre la SUM24 TTF a 39,465 €/MWh (PSV-TTF 0,7 €/MWh).
Outlook: sideways-bearish

Power

L’inizio di dicembre con temperature sotto media stagionale in tutta Europa spingono un pochino al rialzo i consumi ed i prezzi, coadiuvate dalla carenza di rinnovabile. Dalla prossima settimana la situazione dovrebbe tornare più mite, per la stagione, con precipitazioni ancora abbondanti. Il livello di produzione da fonte idro sul mese di novembre si è attestato appena al di sotto del livello del 2018 ma la seconda metà del mese ha visto una decisa flessione. Dicembre ha aperto con una produzione idroelettrica inferiore al settlement di novembre anche se si mantiene al di sopra dei 5 GW. In Italia la prossima settimana potrebbe essere poco ventosa per i primi giorni feriali. La debolezza del gas si riflette nei prezzi power e la curva continua a “scivolare”. Il CAL24 tedesco questa mattina è tornato a scambiare in doppia cifra al di sotto dei 100 €/MWh ed i CAL in generale sono entrati in zona di ipervenduto. Da qui potrebbero trovare una lieve forza per un rimbalzo, probabilmente la prossima settimana che sarà ricca di aste di interconnesione.
Outlook: sideways-bearish
EUA
Il prezzo EUA DEC-23 ieri ha chiuso la sessione a 70,43 €/ton in forte discesa rispetto alla chiusura di venerdì a 72,45 €/ton. La pubblicazione dei dati settimanali CoT sarà monitorata attentamente, dopo che i dati della scorsa settimana hanno mostrato che i fondi detengono un livello record di short netti. Questa settimana si terranno cinque aste EUA e l’elevata offerta all’asta metterà pressione sui prezzi. Le aste recenti hanno registrato per lo più risultati deboli. Ciò implica una persistente debolezza della domanda di base di quote. L’ultima asta del 2023 si svolgerà il 18 dicembre. Il recente calo del prezzo degli EUA potrebbe essere dovuto alla revisione della strategia di copertura da parte dei servizi di pubblica utilità. Il 28 novembre, RWE ha annunciato di aver chiuso la sua posizione strategica sulla CO2 e di attenersi alle chiusure del carbone entro il 2030. Ciò potrebbe confermare la recente tendenza secondo cui alcuni partecipanti hanno allentato le loro coperture a lungo termine. La strategia annunciata da RWE potrebbe indurre anche altre utility a modificare la strategia di copertura. È probabile che il prezzo dell’EUA rimanga bloccato attorno ai 70/75 €. Il riposizionamento dei trader di opzioni EUA potrebbe continuare a iniettare volatilità.
Outlook: sideways

Weekly outlook Ali Energia – settimana 08


28-02-2024

Power: questa mattina il cal tedesco scambia appena sotto i 70 €/MWh, mentre quello italiano potrebbe aprire introno agli 85€/MWh.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 07


20-02-2024

Power: un trend decisamente bearish partito da più di dieci giorni sul prezzo dell’EUA, spinge al ribasso la curva power, con particolare accelerazione su quella tedesca. Il cal in Germania ha perso il 5% rispetto a martedì della scorsa settimana. Questa mattina il cal italiano ha aperto a 84,75 €/MWh in calo di quasi il 4% rispetto a sette giorni fa.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 06


14-02-2024

I livelli di stoccaggio sono solidamente alti in tutto il vecchio continente. Questa mattina il mese di Marzo TTF scambia a 26,08 €/MWh

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 05


07-02-2024

Altra settimana poco invernale per Italia, Francia e Germania mentre strascichi di freddo restano su UK. Un nuovo abbassamento delle temperature sembra ad oggi in previsione per l’Italia dal 16 di febbraio mentre pre la Francia già da lunedì prossimo.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 04


31-01-2024

Questi primi tre giorni di questa settimana sono gli ultimi di freddo stagionale perché a partire dalla prossima week partirà una bolla calda che porterà con sé anche vento e precipitazioni scarse.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 03


23-01-2024

Un inizio di anno sicuramente più in linea con le temperature stagionali con picchi di freddo ben sotto media. Le previsioni di lungo periodo però ci riportano al solito copione letto per tutto l’inverno, ovvero temperature sopra la media e risorse rinnovabili abbondanti. La produzione Norvegese tiene flussi stabilmente alti senza particolari problemi su nessun impianto.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 50


19-12-2023

Persiste un meteo bearish su questa seconda metà di dicembre, con temperature poco in linea con il clima natalizio.

Leggi di più

Weekly outlook Ali Energia – settimana 48


05-12-2023

Gas: questa mattina il mese di gennaio TTF scambia a 39,7 €/MWh (PSV-TTF -1€/MWh) mentre la SUM24 TTF a 39,465 €/MWh (PSV-TTF 0,7 €/MWh).

Leggi di più

Premio “Cambiamenti”


01-12-2023

Iniziativa di CNA, “Cambiamenti” ha l’obiettivo di creare connessioni in un sistema economico che non può prescindere dall’innovazione. Dieci le giornate di qualificazione – dal 17 al 27 novembre

Leggi di più